venezia 13 febbraio 2011

venezia 13 febbraio 2011
VENEZIA 13 FEBBRAIO 2011 - (manifesto - su idea di Chiara Mangiarotti, realizzazione di Giulia Pitacco)

giovedì 3 dicembre 2015

CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE



MESTRE 25 NOVEMBRE 2015 FLASH MOB


IL FEMMINICIDIO E’ UNA COSA  DA UOMINI  (Simonetta Luciani)
Gli uomini in Argentina hanno detto: “ il femminicidio è una cosa da uomini” .
Per le strade di Buenos Aires, Mar del Plata , Tucuman, uomini con le GONNE per dire : “ siamo tutti donne, siamo tutti in pericolo”.
Un gesto concreto, un simbolo in movimento, uomini in marcia, convocati con lo slogan “ se sei  un uomo metti la gonna”.














In Turchia, la Turchia il cui presidente voleva vietare alle donne di ridere,ha visto gli uomini manifestare in minigonna per partecipare alla mobilitazione contro la violenza sulle donne  dopo la morte di Ozgecan Aslan, studentessa universitaria uccisa  e data alle fiamme per essersi difesa da un tentativo di stupro.

E la colpa era della minigonna indossata, invito implicito a essere toccata, e allora gli uomini , anche loro, hanno mandato lo stesso messaggio: hanno indossato la minigonna.  
Oggi è la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne e dobbiamo avere la consapevolezza che il lavoro da fare per cambiare la cultura patriarcale che produce questa violenza è ancora moltissimo.

Tanta strada le donne hanno fatto in questi anni, tanta strada abbiamo fatto ma siamo state sole . La strada è lunga e avremo i piedi doloranti per quanto dobbiamo ancora camminare ,ma se si affiancheranno a noi gli uomini,  uomini che noi vorremmo  amici delle donne, renderanno questo percorso più breve ,meno doloroso e più efficace. Clicca il link per leggere tutto il testo:      https://docs.google.com/document/d/1ZJ56n1dlOsbr68mYYV9azhD8Ax1KQNIAKOGwESAc7Zc/edit)           
................ lettura di CGIL SPI
 clicca il link per leggere tutto il testo                               


UN TANGO SILENZIOSO, 
PERCHE' E' NEL SILENZIO 

DELLE MURA DOMESTICHE CHE SI CONSUMANO I FEMMINICIDII




Maria Grazia Modolo legge un ricordo a Valeria
PER VALERIA   (di Maria Grazia Modolo)
Vogliamo ricordare Valeria Solesin con le parole della madre Luciana “era una persona meravigliosa. 
Una figlia, una persona, una cittadina e una studiosa meravigliosa”.
In molte eravamo ieri in piazza san Marco per l’ultimo saluto.
La famiglia di Valeria con la dignità, con il senso civico e con l’immenso dolore che si porta dentro è riuscita ad esprimere quello che Valeria era ed è per tutti noi: il ponte di civiltà con il futuro, domani, una società in cui ognuno possa vedere garantiti i propri diritti civili e politici, sociali ed economici.
“Aperta a tutti” nelle parole del padre Alberto la cerimonia di commiato e “senza odio”. 
Un messaggio di pace fortissimo come solo in una città grande per storia e per tradizione come a Venezia poteva accadere. ............
                           clicca il link per leggere tutto il documento


La Pastora Valdese annuncia l'apertura a Venezia di un Centro di ascolto per donne che subiscono violenze









1 commento:

  1. OFFERTA DI FINANCIAMENTO SENZA PROTOCOL GIUSEPPINA Eleonora.
    Io chiamata GIUSEPPINA Eleonora, mi sono una donna sposato al focolare in Christ e con figli di nazionalità italiana e con le mie azioni voglio grazie a ciò che il mio dio lo ha offerto aiutare le famiglie in gesto inferiore con un prestito del 2000 a 50.000 € al 2%. Volete contattarmi se siete riguardare sul mio e-mail principale ed unico: giuseppina.eleonora01@gmail.com per la vostra domanda grazie!

    Cordiali saluti.

    RispondiElimina