venezia 13 febbraio 2011

venezia 13 febbraio 2011
VENEZIA 13 FEBBRAIO 2011 - (manifesto - su idea di Chiara Mangiarotti, realizzazione di Giulia Pitacco)

martedì 22 ottobre 2013

LIBERE DI VIVERE - SCARPE ROSSE

Sabato 19 ottobre a Conegliano si è svolta una importante iniziativa promossa dall’Associazione Culturale “Sguardi di donne” alla quale ha aderito SNOQ Vittorio Veneto.
SNOQ Venezia ha partecipato nell’ottica della condivisione delle buone pratiche.


 


In un momento di evidente difficoltà del movimento è importante ribadire quanto emerso nell’incontro di Verona dei comitati SNOQ del triveneto “necessità di maggiore condivisione delle buone pratiche e delle iniziative in modo da fare sinergie, di aiutarci e sostenerci reciprocamente”.
 





In un momento in cui le donne continuano a morire di femminicidio , parola criticata il cui significato è sempre più evidente sotto i nostri occhi, continuiamo le nostre campagne nel territorio, volgiamo lo sguardo a tutte quelle donne, quegli uomini, quelle bambine e quei bambini che sono intorno a noi.







Anche in un caldo pomeriggio di ottobre sulla scalinata degli alpini di Conegliano.


1 commento:

  1. Interessante la manifestazione “ Libere di Vivere “
    Sabato nella piccola Cittadina di Conegliano passeggiando sulla Gradinata Degli Alpini, tra le scarpe rosse disordinatamente disposte insieme con un bigliettino allegato sul quale abbiamo scritto un nome di donna vittima di violenza domestica e/o di genere, ho riflettuto che le attrici della marcia silenziosa non ci sono più e quelle che hanno bisogno di aiuto sono prigioniere impaurite e invisibili ai nostri occhi, chiuse in quelle case che dovrebbero accogliere e proteggere, dove si consumano quotidiani estenuanti abusi, probabilmente urlano ma nessuno le ascolta…
    L’ iniziativa realizzata dall’Associazione Sguardi di Donna è una efficace visibile modalità per allertare quelle donne imprigionate che si possono ancora liberare; perché ha uno spazio temporale svolgendosi in una pubblica piazza, perché unisce organizzatrici, partecipanti, passanti inconsapevoli e distratti, pertanto la partecipazione diventa anche assolutamente occasionale e forse fatale opportunità. Importante portare la manifestazione nelle città e nelle periferie.
    Domenica Di Costanzo
    SNOQ? Comitato di Venezia

    RispondiElimina